C’è un modo perfetto per spiegare, raccontare e far capire in modo diretto la potenza del fenomeno dell’equity crowdfunding in Italia: utilizzare i numeri. Numeri veri, semplici e immediati da leggere, frutto di ricerche accurate e garantite dei nostri amici di crowdfundingbuzz.it.

Numeri, dunque: a partire da quelli che parlano delle campagne finanziate con successo attraverso il crowdfunding. Andiamo un po’ indietro nel tempo, fino al 2014 (un’eternità in effetti, considerando la velocità con cui cambiano mercati e dinamiche): le campagne finanziate furono 4 per un totale di 1.3 milioni di € raccolti grazie a una media di 34 investitori. Questo è da considerarsi il punto di partenza, una sorta di “anno zero” dell’equity crowdfunding: il momento da cui iniziare a contare per rendersi davvero conto di quello che è successo, di quello che sta succedendo, e soprattutto di quello che succederà.

Nel 2015 la situazione è cambiata di poco: 7 campagne finanziate 1,7 i milioni raccolti, 37 la media degli investitori coinvolti. Il primo cambio di rotta, la prima leggera accelerata, la si registra nel 2016 quando le campagne sono diventate 19 per una raccolta totale di 4,363 milioni di Euro: ecco che i numeri iniziano a diventare importanti, per un fenomeno che inizia a diventare importante. L’anno della svolta è però il 2017, anno che fa registrare un’impennata seria e decisa: schizzano a 91 le campagne felicemente finanziate attraverso l’equity crowdfunding, sale a 11,79 milioni di Euro l’importo raccolto, grazie al coinvolgimento medio di ben 66 investitori.

C’è però un altro dato, ci sono altri numeri che dicono qualcosa di più. La fonte è sempre il sito crowdfundingbuzz.it.  e l’analisi lascia spazio a pochi dubbi e interpretazioni. Nel 2018, al termine del terzo trimestre, le campagne finanziate dall’equity crowdfunding sono state 84: 26,55 i milioni raccolti, 84 gli investitori. E non è finita, perché se analizziamo il solo terzo trimestre del 2018, si nota che la raccolta ha toccato gli 11,9 milioni (cifra superiore a quella dell’intero 2017).

Esatto: l’equity crowdfunding sta volando, e sembra non abbia nessuna intenzione di fermarsi (un altro dato? Nel terzo trimestre del 2018 gli investimenti sono stati più di 3.100, numero maggiore rispetto ai 2.100 dei due trimestri precedenti). Non è necessario andare a scomodare complicate teorie economiche, e nemmeno essere fini esperti di mercati finanziari: la crescita dell’equity crowdfunding è lì da vedere, davanti agli occhi di tutti. Insieme ai numeri è aumentato l’interesse attorno a questo fenomeno, sono aumentati gli articoli sulla stampa specializzata e generalista, è aumentata la gente che ne parla e la gente che ne vuole sapere di più.

Questi numeri cresceranno ancora.

E noi di The Best Equity siamo per questo: per aiutare voi, voi che avete un’idea innovativa e voi che avete voglia di crederci e di investire, a crescere insieme. 

Taggato con:, , , , , ,