Hellatron Recycling

  • Descrizione
  • Commenti

Società: Hellatron Recycling S.r.l.

Website: www.hellatron-recycling.it


Prodotto: Tecnologia per il riciclo del vetro al piombo

Ricavi futuri: € 6,8 MM (2019); € 6,8 MM (2020); € 6,7 MM (2021)


Overview | L'idea | Il mercato | Vantaggio competitivo | Traction |Utilizzo dei fondi | Team



Overview


Hellatron Recycling Division è una start-up innovativa nel settore dell’Ambiente. La sua missione è lo sviluppo di processi di riciclaggio innovativi per affrontare sfide ambientali di nicchia. Nel suo impianto situato a Siracusa, la società ha sviluppato il primo processo al mondo che può trattare il vetro al piombo, riciclandolo completamente e trasformando un rifiuto pericoloso in 3 materie prime di valore: piombo elettrolitico, silicati solubili e silicati insolubili. Il nostro processo è completamente rispettoso dell’ambiente, non genera emissioni, non produce rifiuti che necessitano di essere smaltiti in discarica ed è basato su una tecnologia idro-metallurgica a freddo di proprietà e da noi brevettata. 




L'idea

L’idea di base è la risoluzione di un problema ambientale di rilievo globale: la gestione del vetro al piombo, come quello impiegato nelle televisioni e monitor a tubo catodico (CRT) a fine vita, e come il vetro “cristallo” proveniente dai nuclei domestici, trasformandoli in 3 materie prime seconde di valore, applicando pienamente i concetti dell’Economia Circolare.

Le materie prime seconde, oltre ad essere vendibili come commodities, possono essere utilizzate, attraverso tecnologie da noi brevettate, per risolvere a loro volta un altro problema ambientale di grandissimo rilievo: l’inertizzazione dei rifiuti contenenti cloruri e metalli pesanti, quali le ceneri degli impianti di termovalorizzazione.


Il mercato

Il vetro al piombo è un argomento molto delicato oggi e sarà ancora molto critico in futuro, vista l’assenza di soluzioni sostenibili dal punto di vista ambientale. Ogni anno più di 500.000 tonnellate di TV sono raccolte e riciclate in Europa (più del 90% di questo volume è rappresentato da TV CRT) - in Italia questo volume è pari a circa 90.000 tonnellate. Inoltre, in Europa ogni anno più di 11 milioni di tonnellate di vetro domestico sono raccolte e trattate, di questo volume dall'1% al 2% è vetro che contiene dal 7% al 30% di piombo – in Italia questo volume è pari a 1,6 milioni di tonnellate. Per assicurare il trattamento di tutto il volume europeo sarebbero necessari da 54 a 93 moduli produttivi a tecnologia Hellatron, mentre per il mercato italiano occorrerebbero da 8 a 14 moduli.


Vantaggio Competitivo

La nostra tecnologia è l’unica al mondo in grado di trattare il vetro al piombo con un processo idro-metallurgico a freddo, rispettoso dell’ambiente. La flessibilità del processo consente di riciclare svariate tipologia di vetro, trasformandolo in materiali ecosostenibili, in quanto ottenuti a partire da un rifiuto e non da materie prime tradizionali, ovvero da fonti non rinnovabili.


Traction

Siamo in contatto con i principali player mondiali nel settore ambientale e abbiamo già individuato potenziali aziende partner in svariati Paesi europei e nel Nord America per l’installazione di nuovi impianti. Abbiamo sviluppato una notevole esperienza nel mercato della silice e dei silicati e nell’inertizzazione dei rifiuti, che ci ha permesso di individuare e assicurarci i canali di commercializzazione più idonei per i nostri prodotti.


Utilizzo dei fondi

Il nostro impianto industriale di Siracusa è pronto per entrare nella fase operativa per la produzione delle materie prime seconde. I fondi raccolti saranno utilizzati per completare l’impianto di trasformazione della materie prime seconde in nuovi prodotti innovativi, destinati al campo dell’inertizzazione dei rifiuti, portando ulteriori risultati ambientali ed economici.


Team

Siamo un team di 12 professionisti altamente qualificati, che ha accumulato complessivamente 276 di esperienza professionale nel settore ambientale, con un ventaglio di competenze in grado di spaziare dalla ricerca e sviluppo alla gestione operativa degli impianti.


Questo sito richiede un browser più aggiornato!

Per favore aggiorna ora!