Pro Sport Estense: al via la campagna

Pro Sport Estense: al via la campagna

11-09-2020

Equity Crowdfunding e sport, The Best Equity ancora in prima linea

Una sfida, una sfida da vincere: questa volta fuori dal campo. Una raccolta fondi che simboleggia il gioco di squadra, il senso di appartenenza e lo spirito di servizio per la comunità, sui cui si fonda il progetto.
 
PRO SPORT ESTENSE, presentata ieri a Ferrara, lancia un modello innovativo di gestione e collaborazione interdisciplinare: l'obiettivo, unico, è la salvaguardia, il mantenimento e lo sviluppo dello sport cittadino. Lo sport di vertice e anche (o soprattutto) l’attività di base, amatoriale e scolastica.


Da anni alle prese con delicati equilibri economici, resi oggi ancor più complicati dalle conseguenze della pandemia, società storiche e prestigiose come Kleb Basket, Aquile Football Americano, Ariosto Pallamano, Ferrara United, Pallavolo 4 Torri e ASD Vigarano, così come scuole, appassionati e praticanti, necessitano di sostegno e soprattutto di un sistema efficace e diffuso che ne garantisca spazi e risorse.
 In questo senso, l’Equity Crowdfunding PRO SPORT ESTENSE, realizzato grazie alla partnership con THE BEST EQUITY è la prima azione concreta, immediatamente percorribile e di grande significato sociale.


Alan Fabbri, il primo cittadino di Ferrara, è fra i primi a partecipare al crowdfunding. “Abbiamo supportato fin da subito il progetto Pro Sport Estense, anche perché ritengo importante la sinergia fra società sportive”.


Raffaello Pellegrini è il numero 1 della Pro Sport Estense. “Secondo passo davvero importante, dopo la conferenza di presentazione in Comune. Con questa iniziativa abbiamo come obiettivo quello di dare risorse supplementari alle società, destinandole ai settori giovanili. Mattone per la casa dello sport ferrarese”.


Gabriele Vedani è il founder di The Best Equity. “Sono molto orgoglioso di essere qua. Come The Best Equity siamo specializzati sullo sport e Pro Sport Estense con questa iniziativa ha colto nel giusto. Emergono infatti il coraggio e la volontà di lanciare questa iniziativa, operazione di assoluto interesse, ognuno di noi è chiamato a partecipare. Il primo step? Entro il 30 settembre vogliamo raggiungere 50 mila
euro di raccolta”.