Sartup e PMI Innovative, ecco gli incentivi

Sartup e PMI Innovative, ecco gli incentivi

26-02-2021

Si tratta di una delle misure a sostegno delle nuove imprese innovative introdotto dal Dl Rilancio

Grandi notizie per il mondo dell'equity crowdfunding e degli investimenti: è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 15 febbraio 2021 il decreto attuativo MISE relativo alla nuova agevolazione prevista dal decreto Rilancio

Come previsto dal Decreto Rilancio, agli investimenti privati in PMI e Startup innovative si applica una detrazione del 50%.

Il decreto attuativo del MISE – MEF (del 28 dicembre 2020) è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 febbraio 2021. Si tratta di una delle misure chiave del corposo pacchetto a sostegno delle nuove imprese innovative introdotto dal Dl Rilancio: contributi a fondo perduto, finanziamenti agevolati, agevolazioni fiscali (come il credito d’imposta per ricerca e sviluppo), nuovi benefici sia per investitori italiani sia gli stranieri che pensano di trasferirsi in Italia per sostenere l’ecosistema delle PMI e delle Startup innovative. Tutto questo, per rafforzare l’ecosistema delle imprese che fanno innovazione, leva strategica in fase di ripresa dall’emergenza Coronavirus. Vediamo una panoramica.

Agevolazioni per investitori
La nuova detrazione fiscale al 50% è riservata alle persone fisiche che investono in startup innovative, direttamente oppure tramite organismi di investimento collettivo che si concentrano prevalentemente su questo segmento. L’investimento va mantenuto per almeno tre anni, in caso contrario si decade dal beneficio e si deve restituire quanto già utilizzato, con interessi legali. L’importo massimo dell’investimento detraibile in startup innovative è pari a 100mila euro per periodo d’imposta, che diventano 300mila per gli investimenti in PMI innovative. Sulla parte eccedente si potrà detrarre il 30% dell’eccedenza, nel limite di 200mila euro, in tre esercizi finanziari.


Per la domanda, si dovrà accedere alla piattaforma “Incentivi fiscali in regime de minimis per gli investimenti in startup e PMI innovative” indicando i termini e i dati dell’investimento, prima di effettuarlo. Per quelli che invece sono già stati effettuati nel 2020, la comunicazione dovrà essere trasmessa dal primo marzo al 30 aprile.


fonte: www.pmi.it