Ci siamo passati, se non tutti, in tanti: la nostra infanzia e la nostra gioventù sono, per molti di noi, legate ai lunghi pomeriggi passati all’oratorio. Ed è proprio a questo mondo, quello delle parrocchie e degli oratori, che si rivolge la campagna partita sul portale www.thebestequity.com. La startup si chiama MyNoelia, alle sua spalle c’è un gruppo di ragazzi che negli oratori e grazie agli oratori sono cresciuti, a raccontarla c’è Stefano Bochese.

Perché puntare e investire su di voi?

Perché siamo una startup che vuole innovare un settore che è difficile da innovare, e che per questo motivo è rimasto fermo. Perché abbiamo le competenze e le capacità per cambiare il metodo e i processi all’interno di quelle realtà che decideranno di dotarsi di MyNoelia. Perché siamo giovani ed entusiasti, e abbiamo tutti quella passione che serve per migliorarsi ogni giorno.

Qual è il vostro punto di forza?

Il rapporto diretto con le persone, con i nostri clienti: perché così siamo stati, così siamo, così sempre saremo. Siamo cresciuti e abbiamo vissuto con la relazione tra le persone, siamo bravi a porci in relazione con le persone.

Come pensate di crescere e svilupparvi?

La fonte di guadagno, nostra e di chi deciderà di affiancarci in questa avventura, sarà rappresentata dalla vendita delle licenze alle realtà presenti sul territorio. Non si ferma e mai si fermerà il nostro continuo rapporto con tutte le realtà parrocchiali e non si fermerà mai la crescita dell’App che verrà arricchita in funzionalità e strumenti anche in seguito alle richieste di chi già è nostro cliente. E poi c’è uno step in più.

Quale?

Stiamo sviluppando una collaborazione con le Diocesi, che sono direttamente collegate con le parrocchie, alle quali metteremo a disposizione la nostra banca dati – dati capillari, precisi, dettagliati – che potrà diventare utilissima e uno strumento eccezionale.

Ma concretamente, come si sviluppa la vostra idea?

Gli oratori sono tipicamente dei luoghi di svago, crescita e formazione: oggi la burocrazia sta portando via tempo e risorse a chi si dovrebbe occupare solo di far crescere i nostri ragazzi. Grazie a MyNoelia, che automatizza e semplifica tutti gli adempimenti burocratici e le necessità pratiche, all’interno delle parrocchie parroci, volontari e animatori torneranno a occuparsi solo degli oratori e dei ragazzi.

Come è nata MyNoelia?

Da un’esigenza reale che noi, cresciuti in oratorio prima come “fruitori” e poi come volontari, abbiamo toccato con mano e sperimentato.

Avete riscontrato interesse attorno a voi?

Molto. Ovunque andiamo riceviamo apprezzamenti e curiosità: al momento le licenze vendute sono ancora poche, ed è questo il motivo per cui siamo su www.thebestequity.com.

Ecco, appunto: cosa farete una volta chiusa la campagna?

Rafforzeremo quella che è la nostra debolezza: il commerciale. La campagna di equity ci servirà per dotarci di una forza vendita che ci permetterà di allargarci e crescere, puntando su un mercato che non conosce crisi. Il passo successivo sarà la realizzazione di un’app per dispositivi mobili.

Ufficio Stampa The Best Equity
Francesco Caielli

Taggato con:, , , , , , , , ,